4 / 100

Perché non si raggiungono la ricchezza o il successo?

Perché siamo talmente impegnati a cercare le fonti del nostro insuccesso nell’ecosistema in cui viviamo che non ci accorgiamo che l’unico nostro nemico siamo noi stessi. La verità sta al nostro interno. Abbiamo tutti capacità straordinarie ma pochi  a saperle sfruttare pienamente e per questo dobbiamo eliminare ogni credenza errata presente nella nostra mente.
FINTE CREDENZE che ci allontano dai nostri obiettivi:

1. SONO TIMIDO O INSICURO

Siamo un’identità transitoria, in cambiamento. Siamo tutti insicuri. Siamo tutti impauriti dall’incertezza. Ci sono persone che nascondono più o meno bene le loro insicurezze, ma ci sono altre persone che hanno diminuito tali insicurezze. Diventare sicuri di se è un percorso simile alla costruzione di un puzzle. Man mano che riempiamo i vuoti con i risultati e le risposte, il puzzle sarà sempre più completo.
La saggezza ci aiuta a colmare gli spazi vuoti del nostro puzzle.
SAGGEZZA —> acquisire le giuste conoscenze e competenze che risolvono le domande della nostra mente, che accrescono la nostra sicurezza.
Si nasce più o meno insicuri e si diventa più o meno sicuri nella vita. Questa condizione di insicurezza si traduce nell’incapacità di spingersi verso nuovi orizzonti e completare il nostro puzzle.
Non si nasce con il carisma e non si nasce sicuri di se stessi, si nasce come un puzzle vuoto. (Es. esperienza diretta di Dario).

2. NON SONO RICCO E NON SONO FORTUNATO

Non serve la fortuna per avere successo.
la fortuna si crea con il lavoro. L’80% dei milionari al mondo si è fatto da solo. La maggior parte delle persone ha successo senza fortuna.
La fortuna è una scusa che appartiene a quelle persone che devono trovare una ragione per il successo degli altri. La fortuna è più che altro invidia. La fortuna si crea con la curiosità, con il lavoro. Non ci si trova ‘al posto giusto nel momento giusto’, ma ci si trova nel posto giusto al momento giusto perché si ha la visione, l’intraprendenza di capire qual è il momento giusto e il posto giusto. L’intraprendenza sta alla base del successo imprenditoriale.

3. NON SONO ABBASTANZA INTELLIGENTE

Che cos’è l’intelligenza? Come funziona l’intelligenza?
è un aggettivo che siamo soliti attribuire a coloro che ce l’hanno fatta.
Siamo tutti dotati di una mente. Sta ad ognuno di noi alimentarla con il giusto carburante. Il problema non è la macchina ma il carburante con cui la si alimenta. Con cosa alimentiamo la nostra mente? La mente fa ciò che gli dici. L’intelligenza è solo una scusa per giustificare le azioni che altri riescono a fare mentre noi no.

4. LA GENTE MI GIUDICA E HO PAURA DI FALLIRE

L’online ci permette di comunicare con tantissime persone. Ma per riuscire a comunicare con le persone dobbiamo imparare ad essere carismatici. Ci sono tantissime persone che vogliono fare un video da pubblicare online ma poi hanno paura di essere giudicati.
Le critiche della gente, degli amici sono l’unità di misura del nostro successo. Stiamo cambiando e gli altri si stanno accorgendo del nostro cambiamento. Se la tua strada non ti piace devi cambiarla, la tua storia di riscatto sta iniziando oggi. Sei sul cammino che ti porterà ad essere una persona nuova.

5. NON HO L’ETA’ GIUSTA

Troppo giovani? troppo vecchi? Ci sono vantaggi e svantaggi: I giovani hanno più tempo libero, meno responsabilità. I più grandi hanno risorse diverse.
Ma senza sacrificio e senza cambiamento non si ottiene niente. Non si può ottenere un cambiamento facendo le stesse cose di sempre.
Devi riscattarti, devi ritrovare le energie, la motivazione per fare sacrifici e farli fin quando non si ottiene il cambiamento e qualcosa non inizia a muoversi.
Solo gli stupidi sono in grado di credere di ottenere cose diverse facendo sempre le stesse cose (Einstein)

6. NON HO IL TEMPO NECESSARIO

Il tempo non è un problema, le proprie priorità lo sono. Bisogna solo essere forti e determinati. es. Andrea Giuliodori (efficacemente).
Ognuno di noi, ottimizzando il proprio tempo, può ritrovarlo, serve solo determinazione e organizzazione: definire le priorità ogni sera per il giorno seguente e portarle a termine. Non hai poco tempo, hai poca forza di volontà e quest’ultima va solo allenata.

7. MI MANCA UN TEAM

Non serve un team per lanciare un business. A volte le idee che le persone hanno non sono ancora alla loro portata. Comincia con l’idea più semplice che puoi realizzare. Il team, i soldi, le competenze e l’autostima necessarie per lanciare progetti più ambiziosi arriveranno con il passare del tempo durante il viaggio imprenditoriale.
Le idee non hanno alcun valore. é la loro esecuzione che fa la differenza. Quindi passa all’azione e poi le persone vorranno lavorare con te e investire nelle tue idee. per lanciarsi online non occorre un budget consistente.

8. HO PAURA CHE NON CI SIA MERCATO O CHE CI SIA TROPPA COMPETIZIONE

Il mercato del digital marketing non è saturo. La rivoluzione digitale deve ancora arrivare. Adesso stiamo solo assaggiando l’era digitale ( In Italia solo il 3% delle transazioni sono online). Non importa quale sia la tua idea quando sei all’inizio, l’aspetto fondamentale è che iniziando oggi ottieni la competenza e la visione che ti rimarrà per tutta la vita.
Sperimenta, impara e inizia ad entrare nel mondo digitale. rimanere fermo ha un costo più alto di iniziare a muoversi.

9. LA MIA IDEA NON è ABBASTANZA PERFETTA

La ricerca del perfezionismo è legata alla mancanza di autostima.
Nessun prodotto è nato perfetto. é inutile perfezionare qualcosa che ancora non esiste. I migliori prodotti vengono lanciati nella loro versione più semplice possibile e poi vengono migliorati, solo quando avranno successo. Definire il tuo MVP (Minimum Viable Product)-la versione più semplice che hai in mente e lanciarla sul mercato e solo quando qualcuno se ne interessa e tu guadagni avrai tempo per perfezionarla.

11. NON CAPISCO LA BUROCRAZIE

Porta la tua idea sul mercato e se trovi qualcuno che è disposto a pagare poi apri la tua partita iva. Non è la giusta strada, ma si può anche provare e regolarizzarsi non appena si inizia a guadagnare con quell’idea. La burocrazia cresce con l’ingrandirsi del progetto imprenditoriale ma questo non deve essere un problema per chi inizia oggi.