fbpx

Come molti di voi sapranno, Facebook apporterà delle modifiche ai messaggi in “abbonamento” inviati tramite chatbot. Entreranno in vigore alla fine di Luglio.

C’è un po di preoccupazione in giro sulla rivoluzione che imporrà questa novità, ma ci sono molti stratagemmi da adottare per far si che le tue strategie possano continuare più o meno indisturbate.

Ecco una breve panoramica su cosa sta succedendo:

In poche parole, fino ad ora, ogni pagina poteva inviare messaggi di sottoscrizione non promozionali sotto l’autorizzazione a livello di app di ManyChat. Dopo il 30 giugno, Facebook richiede di candidarsi per ottenere l’autorizzazione per i messaggi di abbonamento se si desidera comunque inviarli.

Ecco uno sguardo alle best practice di esperti Messenger Marketers per affrontare i cambiamenti.

Nuove pratiche di marketing di Messenger:

1. Fornire contenuti di valore per gli abbonati

Le migliori strategie di messaggistica di marketing sono guidate dalla comunicazione, dall’educazione e dal nutrimento del pubblico. E farlo implica fornire valore agli abbonati dalla prima interazione alla prima vendita e oltre.

Manuel Suarez , CEO di AMG Marketing , dice:

“Messenger è una piattaforma per coinvolgere, coltivare, educare, fornire valore e questo ti dà poi il diritto di vendere. Se non lo fai, dimenticalo, non ti qualifichi per l’utente. Il modo in cui ti rendi speciale nel mondo dei social media è distribuire informazioni che la maggior parte delle persone non ha “.

Non sai da dove cominciare? Prova AnswerThePublic.com e scopri quali domande le persone stanno facendo sul tuo settore. Quindi crea contenuti per rispondere a quelle domande.

Manuel consiglia:

“Dai valore alle prospettive e ai clienti in Messenger. Qualcosa che migliorerà le loro vite; del loro stile, immobiliare, economia, notizie, marchi a cui sono interessati. La strategia di My Messenger ruota attorno alla costruzione di un pubblico impegnato con contenuti educativi “.

2. Determinare quali tag utilizzare

Durante la F8 di quest’anno, Facebook ha annunciato che, dopo il 31 luglio 2019, le pagine che desiderano inviare messaggi (oltre la finestra del 24+1) devono richiedere l’autorizzazione. Ciò significa che, per continuare a inviare messaggi non promozionali, la tua Pagina dovrà richiedere direttamente l’autorizzazione.

Detto questo, anche se non si ha accesso all’autorizzazione alla sottoscrizione, ci sono altri 16 tag messaggio che coprono molti dei casi d’uso che probabilmente state utilizzando per le trasmissioni (ad esempio promemoria degli eventi, produttività aziendale, aggiornamenti delle funzionalità, ecc.).Tutte le pagine hanno la possibilità di utilizzare 16 tag, ognuno per uno specifico caso d’uso.  Sì, hai sentito bene. Tutte le pagine di Facebook hanno accesso a 16 tipi di messaggi che si potranno sfruttare per la comunicazione con i clienti.

 

Kelly Mirabella, fondatrice di Stellar Media Marketing , suggerisce:

“La nostra più grande arma è la conoscenza. Come comprendiamo i Tag dei messaggi e dove cadono i nostri messaggi, quindi li usiamo correttamente. Trova i tag che la tua strategia seguirà. Non devi semplicemente usarne uno. Puoi utilizzare tag diversi per messaggi diversi: questa è una delle cose più potenti che i marketer di Messenger possono afferrare al momento. ”

Mary Kathryn Johnson, fondatrice di Messenger Funnels , aggiunge a questo:

“Se [il cliente] non soddisfa i criteri di [abbonamento], mi affido ai tag non promozionali. I clienti eCommerce inviano ricevute e conferme d’ordine, tutte rientranti nell’etichettatura non promozionale. ”

Leggi l’elenco completo dei Tag dei messaggi per ulteriori informazioni.

3. Invia annunci a un pubblico caldo

Un pubblico caldo è formato da persone che già conoscono il tuo marchio e i tuoi prodotti o servizi. L’invio di messaggi sponsorizzati o annunci Click-to-Messenger indirizzati a loro è un ottimo modo per ridurre i costi rispetto a andare dopo i lead a freddo.

“Gli annunci al pubblico freddo sono tre o quattro volte più costosi di quanto lo fossero una volta: è pazzesco. Ma quando indirizzi l’annuncio ad un pubblico caldo, questo fa abbassare il prezzo. Effettua il remarketing usando il tuo pubblico Messenger per rimetterli nel tuo bot. ”

John Preston, di Superstar Bots , ci dice:

” Se invii messaggi sponsorizzati, ora hai l’opportunità di creare segmenti di pubblico super-mirati. Con 20 dollari di investimento, 1000 messaggi vengono indirizzati alle persone giuste. ”

Quando un cliente si reinnesta con il tuo bot, resetti il ciclo 24 + 1 e puoi nutrirli con una nuova sequenza.

4. Crea sequenze organiche coinvolgenti

Più apprendi sui tuoi clienti, meglio puoi personalizzare il tuo messaggio per loro. Questo significa creare sequenze segmentate e di nicchia che aiutano gli abbonati a ricevere informazioni o messaggi utili o comunque non indesiderati.

John ha iniziato ad accorciare le sequenze e ha visto un maggiore coinvolgimento:

“Quello che sto facendo è rendere le sequenze più brevi, che durano tre o cinque giorni con un alto coinvolgimento fino al termine. Quindi le persone fanno continuamente clic sui pulsanti e fanno costantemente qualcosa. Li stiamo mantenendo attivi dentro il nostro flusso, quindi possiamo legittimamente inviare proposte finali di tipo promozionale. ”

5. Concentrati sulla tua community

“La community dovrebbe essere al centro di tutto ciò che facciamo. Il marketing mirato a grandi pubblici è sparito. Dietro le nicchie si nasconde la ricchezza. Dobbiamo iniziare a concentrarci sull’esperienza utente perché aiuta la crescita della community e delle relazioni. I marketer non amano questo cambiamento perché richiede più tempo. Ma Messenger accelererà il processo. ”

Cosa puoi fare
Indipendentemente dal fatto che usi o meno la messaggistica in abbonamento, il tuo obiettivo di marketing dovrebbe fornire informazioni preziose ed educative per gli abbonati. Questo approccio non solo aiuterà a migliorare i tuoi sforzi di marketing 1to1, ma anche a costruire una community attorno al tuo marchio.

I tuoi prossimi passi?

Decidi se hai bisogno di un messaggio di abbonamento, quindi fai la richiesta al tuo pubblico.